Salta direttamente al contenuto

Rabbia di Rick Melville, La

Questa volta l’uomo “braccato” da vittima diventa carnefice
Scheda di  |   | tex/


Rabbia di Rick Melville, La
IT-TX-m19a


uBCode: ubcdbIT-TX-m19a

Rabbia di Rick Melville, La
- Trama

Prima di morire il fuorilegge Burton rivela a Tex che un innocente, Rick Melville, è stato incolpato di un delitto da lui commesso. Dopo avere appreso che Melville è evaso di prigione, Tex si getta sulle sue tracce insieme a Carson, ma non riesce ad impedire a Melville di uccidere i tre uomini che egli ritiene responsabili della sua condanna. Sulle tracce di Melville ci sono anche gli uomini di Leonard Herbert, un facoltoso ranchero che aveva accolto in casa Rick per espiare la colpa di aver causato la morte dei suoi genitori. Ucciso Herbert e sbaragliati i suoi uomini, a Tex non resterà che affidare Melville alla Giustizia.

Valutazione

ideazione/soggetto
 2/7 
sceneggiatura/dialoghi
 2/7 
disegni/colori/lettering
 4/7 
data pubblicazione Ott 2015
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbTito Faraci
copertina di ubcdbClaudio Villa
disegni (matite e chine) di ubcdbUgolino Cossu
copertine
Maxi Tex 19<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2015 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
A colloquio dallo sceriffo<br>Maxi Tex 19, pag. 77 - Tavola di Ugolino Cossu<br><i>(c) 2015 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

Note e citazioni

  • Questa storia è la prima delle due contenute nel diciannovesimo Maxi Tex, entrambe sceneggiate da Tito Faraci. Il titolo della seconda storia è Il prezzo dell’odio Maxi Tex n.19b, disegnata dal compianto José Ortiz. L’unico altro Maxi che ha contravvenuto alla regola di presentare "una storia completa e inedita" è I due volti della vendetta Maxi Tex n.3 di Antonio Segura e Miguel Angel Repetto.
  • Questo è il terzo Maxi sceneggiato da Tito Faraci dopo La belva umana Maxi Tex n.14 e la La legge di Starker Maxi Tex n.16. Faraci ha inoltre finora realizzato otto storie per la serie regolare (l’ultima è Nodo scorsoio n.656-657), due Almanacchi (Il ciarlatano Almanacco del West 2012 e I rapitori Almanacco del West 2014) e la storia breve dal titolo L’uomo sbagliato pubblicata nel Color Tex 4.
  • Si tratta invece del secondo Maxi per Ugolino Cossu dopo Lo squadrone infernale Maxi Tex n.12 su testi di Claudio Nizzi. Cossu ha realizzato anche I banditi delle nebbie Color Tex 2 sceneggiata da Pasquale Ruju.
  • Tex che offre una sigaretta a un furfante in punto di morte è una delle scene classiche della saga. In questo caso Tex la offre a Jeff Burton, che mentre fuma si scarica la coscienza, rivelandogli che di un omicidio da lui compiuto è stato incolpato un innocente. Peccato che questa sia l’unica sigaretta che si vede in tutta la storia. Tex e Carson non fumano nemmeno ne Il prezzo dell’odio (cit.), in cui però viene concessa una sigaretta ad Henry Collins, anche a lui poco prima di morire, nel suo caso per una freccia indiana (pag.164-166). L’unica storia di Faraci in cui abbiamo visto Tex con una sigaretta in bocca è stata La legge di Starker (cit.).
  • Nell’impallinare il "povero" Burton, Tex dà prova di un istinto e di una mira formidabili: si rende conto che quella "valle è il luogo ideale per un agguato", capisce che Burton si era "messo nel punto più ovvio", quindi estrae il fucile e centra l’avversario in pieno petto benché questi - pur con il fucile spianato in posizione di tiro - fosse protetto da un roccione. In tal modo Tex pone celermente fine all’inseguimento (pag.11-12).
  • Leonard Herbert il ricco proprietario terriero di Silvershade, responsabile della morte dei genitori di Rick Melville, ricorda per molti versi - tra cui la somiglianza fisica - Stanley Raymond, il cosiddetto "padrone della città" di Silverwood, responsabile di minacce e di non meglio specificati "lavoretti" commissionati al suo braccio destro Richard Trevor, ai danni dei concittadini che non volevano vendergli la loro terra (Nodo scorsoio, cit.). Il terzo gemello, fisicamente parlando, potrebbe essere il direttore del penitenziario di Crayford, mister Corman (cfr. pag.27-30). Anche Reynolds, ranchero in cerca di "prestigio e potere presso la cittadinanza di Sandriver" (Il prezzo dell’odio, cit., pag.320), usa sistemi decisamente spicci per accaparrarsi altra terra.
  • Jack Sedgwick, lo sgherro agli ordini di Herbert, ricorda il suo "collega" Richard Trevor (sempre in Nodo scorsoio, cit.), quantomeno per professione, colore dei capelli, dell’abito e del cappello, comportamento e ghigno.
  • La scena non è mostrata, ma Rick Melville evade dal penitenziario di Crayford (pag.24-30). Carceri, evasioni e colloqui con i direttori dei penitenziari sono elementi ricorrenti nelle storie di Faraci sin da Evasione n.558-559 (cfr. anche, ad es., L’inseguimento n.629-630 e Il ricatto di Slade n. 647-648).
  • Un altro elemento ricorrente consiste nell’usare il flash-back per mostrare alcuni eventi del passato di comprimari, buoni o cattivi, come a pag.41-44 e pag.126-128, ove si rievocano rispettivamente la notte dell’incendio del ranch in cui morirono i genitori di Melville e la cacciata di Melville dal ranch di Herbert. Per quanto riguarda Il prezzo dell’odio (cit.), si veda la scena a pag.217-221, nella quale Reynolds minaccia i coniugi Collins e viene cacciato dalla moglie.
  • Sarà rimasto deluso il vecchio Carson , che già sorrideva pregustando la scena («Vuoi vedere che l’idiota sta per ritrovarsi la dentiera in gola?...», pag.53), ma Tex non reagisce affatto alla maleducazione del fabbro Strummer, levando il disturbo.
  • «Siamo arrivati tardi, ancora una volta.» dice Carson rinvenendo il cadavere dello sceriffo (pag.99) e riferendosi al fatto di essere arrivati già tardi per impedire l’assassinio di Galton (pag.35). Per quanto riguarda Strummer, i due pards arrivano invece in anticipo, senza riuscire però ad impedire che Melville uccida anche lui, mentre loro sono impegnati nella sparatoria con i quattro uomini inviati da Herbert (pag.58-64).
  • Alla vista del padre ferito a morte Martha sviene, cadendo a peso morto (pag.156) come Margaret ne I rapitori (cit., pag.61) quando apprende che il suo Jimmy è stato rapito. La terza recente bellezza bionda apparsa nelle storie di Faraci, anch’essa un po’ frivola ma non svenevole, è Alicia di Nodo scorsoio (cit.).
  • A pag.159-160 Rick vorrebbe "uscire di scena con dignità" e cerca la morte duellando con Tex, il quale invece gli fa saltare di mano la pistola e poi lo colpisce, intendendo condurlo "personalmente davanti a un giudice" che gli "darà ascolto". Una scena analoga si svolge in Nodo scorsoio (cit., pag.96-97 del n.657 L’assassino nell’ombra) tra Tex e Fred Hansen, per quanto a quest’ultimo Tex non riconosce affatto delle "attenuanti" tali che il giudice possa concedergli "una seconda possibilità" (pag.160). Ne Il prezzo dell’odio (cit.) Chango riesce invece a "farsi ammazzare subito" da Cervo Veloce per non subire la sua vendetta e quella degli altri guerrieri Apaches (ciò secondo l’interpretazione data da Tex, pag.310-311).
  • Né Carson né Tex hanno potuto vedere chi sia stato ad uccidere Strummer (pag.68) quindi non sanno che il colpevole è Rick Melville, né lo hanno visto uccidere a sangue freddo uno degli uomini di Herbert (pag.142), tuttavia il giovanotto ha già eliminato Galton e lo sceriffo. Tex invoca delle non meglio specificate "attenuanti" e pare convinto che se Melville avrà una "seconda possibilità", potrà "diventare un uomo migliore" (pag.160), ragion per cui si era limitato a fargli saltare di mano la pistola e a colpirlo invece di concedergli "l’uscita di scena che voleva". A parere di chi scrive, la verità è piuttosto contenuta nella riflessione dello stesso Melville, ben consapevole delle sue colpe: «Anche se non ho ucciso Daniel Thorpe, negli ultimi giorni mi sono lasciato dietro troppi cadaveri... Nessun tribunale mi assolverebbe. Un cappio ben insaponato mi aspetta...» (pag.158-160). Forse un’uscita di scena "con dignità" sarebbe stata più consona a "un uomo che merita rispetto", secondo la considerazione fatta precedentemente proprio da Tex (pag.112).

Incongruenze

  • Benché l’albo contenga due storie complete e inedite, la copertina riporta, all’interno del riquadro con il logo, la scritta "Una storia completa e inedita". La copertina presente nel sito della Sergio Bonelli Editore riporta la dicitura "Due storie complete e inedite" (cfr. Maxi Tex 19), quindi si dovrebbe arguire che in edicola siano state distribuite entrambe le versioni.
  • «Lo fermeremo!» dice Tex sicuro allo sceriffo, riguardo a Rick Melville (pag.70). Tuttavia, invece di continuare l’inseguimento per - appunto - fermarlo, i due pards si recano in città per intrattenersi con lo sceriffo e poi proseguono verso il ranch di Herbert, tutto per "saperne di più" su Melville perché forse nel suo passato "si nasconde qualcosa che ci aiuterà a prevederne le prossime mosse". Quando i due pards decidono di rimettersi sulle tracce di Melville, il cadavere in cui s’imbattono è proprio quello dello sceriffo (pag.99).
  • «Ormai è un criminale... ma è un uomo che merita, comunque, rispetto.» dice Tex a proposito di Rick Melville, dopo che i due si sono trovati a tiro di fucile l’uno dell’altro, senza sparare (pag.109-112). Tex pare sia rimasto colpito dal fatto che Melville "avrebbe potuto tentare di liberarsi di un inseguitore... e non lo ha fatto", ragion per cui nemmeno Tex ha sparato («Voglio fermarlo, non giustiziarlo!»), quando per fermarlo sarebbe bastato che sparasse al cavallo. Che Melville sia stato accusato e incarcerato ingiustamente è un fatto, ma tutti questi riguardi verso un tizio che fino a quel momento ha già ammazzato tre persone di cui due a sangue freddo (il cadavere dello sceriffo Tex e Carson lo troveranno successivamente, cfr. pag.116) ci sembrano fuori luogo, per non parlare della comprensione di Tex per "tutto quello" che Melville "ha passato" (pag.111-112), quasi che ciò possa giustificare il suo comportamento.

Frase

  • Tex: «C’è un uomo che hai catturato e fatto finire in galera...»
    Galton: «Ce ne sono tanti. È il nostro sporco lavoro, Willer.»
    Tex: «Ti sbagli, Galton... Noi due non facciamo lo stesso lavoro.»
    Pag.18

Personaggi

Tex, Carson Rick Melville giovane ingiustamente accusato di omicidio, persegue la sua vendetta Stan [+] padre di Rick, morto durante l’incendio del loro ranch Martha innamorata di Rick Leonard Herbert [+] padre di Martha e uomo facoltoso Lawrence [+] sceriffo di Silvershade Brad Strummer [+] fabbro, testimone a carico di Melville Jeff Burton [+] fuorilegge braccato da Tex Ned Galton [+] cacciatore di taglie Corman direttore del penitenziario di Crayford Dan Grimm uomo di fiducia del direttore del carcere, insegue Melville Bob barman Fred, Steve [+] uomini di Herbert uccisi da Tex e Carson Eric, Sam [+] uomini di Herbert Jack Sedgwick pagato da Herbert per uccidere Tex e Carson George, Zeb [+] uomini di Sedgwick

Locations

Silvershade Texas settentrionale baracca di Ned Galton prigione di Crayford ufficio del direttore della prigione saloon di Silvershade stalla di Strummer ranch di Herbert ufficio dello sceriffo a Silvershade terreno adiacente la casa sull’albero di Melville

Elementi

giovane ingiustamente accusato spietata vendetta omicidio ed espiazione inseguimento di un evaso scontro finale

Condividi questa pagina...